Il Senso del Vino

Gioielli e vino

0 705

Ciao a tutti,

come avrete già intuito dal titolo, in questo articolo ci godremo insieme una “degustazione” particolare: GIOIELLI E VINO. 

Solo per questa volta, dimenticheremo il naso e il gusto, lasciando agli occhi libero sfogo

Vedremo meraviglie! 

Che il buon vino sia sempre stato emblema di lusso e “scoperta” è cosa ben nota, molti maestri orafi, infatti, vi hanno trovato ispirazione per produrre creazioni all’altezza delle dive del cinema.

Negli ultimi anni, però, sempre più designer, hanno posato lo sguardo più volte e con più attenzione sul contenuto di bottiglie e calici, producendo oggetti affascinantiParliamo di Gioielli!

La prima cosa da sapere è che il binomiogioiellovino” non per forza è legato solo alle pietre preziose che richiamano i colori della bevanda, ma al contrario, sta sempre più assumendo un approccio meno elitario e più di ricerca.

L’incontro tra artigiani, sommelier sta diventando sempre più frequente anche grazie agli eventi del settore che sostengono concorsi come “Gioielli in Fermento” il cui fine è la realizzazione di gioielli ispirati al vino.

Questa nuova direzione per rappresentare il “nettare di Bacco” è probabilmente più veritiera e anche più divertente, infatti se le tante tipologie di vino si intersecano ai vari gusti ed esigenze delle persone, succede la stessa cosa con i vari stili di gioielli.

A ognuno il suo vino e a ognuno il suo gioiello.

Ecco le categorie in cui poter scegliere il gioiello più adatto per indossare la passione per il vino.

Hand Made

Gli artigiani sfruttano le tecniche più svariate per trasformare il vino in collane, bracciali, orecchini e ciondoli sofisticati.

Si inizia con la ceramica, per poi passare al vetro, al legno e ai metalli più preziosi, è l’incrocio tra la manualità e la resa dei materiali a rendere questi elaborati degli oggetti di particolare pregio.

Ispirazione – Le sfumature delle varie tipologie di vino e le forme dell’uva.

Sapore – Tradizione, personalità, gusto materico e armonioso.

Design

L’approccio dei designer di gioielli è ruggente.

Ogni elemento viene preso, capovolto, scomposto e rielaborato in una nuova chiave

L’accostamento dei materiali è estremo, le strutture vengono stilizzate, più o meno gradualmente. L’obiettivo è la rappresentazione di concetti e sensazioni, più che degli oggetti materiali.
Le linee diventano fondamentali per conferire carattere al gioiello

Ispirazione Le forme dei bicchieri, delle bottiglie, gli strumenti usati dai sommelier, la consistenza del vino in tutte le sue fasi, dal mosto al prodotto finale. 

Sapore – Sperimentazione, ricerca, stravaganza e unicità.

Etico – Ingegnoso

Non ci sono solo designers e artigiani, a scendere in campo sono anche gli addetti ai lavori del settore enogastronomico. 

Sono proprio i professionisti, che trovandosi circondati da bottiglie e tappi, hanno la brillante intuizione di riciclare o sfruttare questi materiali, per creare dei gioielli.

Non ci sono regole, un tappo di sughero può diventare, tranquillamente, un ciondolo con profili d’argento; facile da indossare con una maglietta e un paio di jeans.

Ispirazione – Strumenti e materiali utilizzati in vigna, cantina, e nella fase di confezionamento.

Sapore – Divertente, informale, ma anche iconico; a seconda della parte di materiale che viene riutilizzata.

Minimal 

Non sono necessari elementi esageratamente estrosi, spesso nella vita di tutti i giorni, bastano pochi particolari per far emergere i nostri interessi attraverso il look. 

Ecco che a questo proposito ci vengono in aiuto tutti gli accessori che mantengono un profilo poco pretenzioso, pur facendosi notare per la loro personalità non invadente. 

Questo genere di accessorio non diventa il protagonista del vostro outfit, ma è un piacevole dettaglio che lo caratterizza. 

Un premio per gli osservatori.

Ispirazione – Forme, oggetti, azioni e sentimenti.

Sapore – Aggraziato, discreto, ordinato.

Luxe

Ho lasciato per ultima la categoria più raffinata. Quella in cui l’alta oreficeria non si risparmia e in cui le pietre preziose vengono selezionate, tagliate e lavorate per essere incastonate in gioielli dedicati al vino.

Rubini per richiamare il vino rosso, topazi gialli per il vino bianco, ma soprattutto diamanti purissimi. 

All’interno di questa categoria possiamo trovare sia modelli importanti e figurosi, che piccoli gioiellini da poter indossare nella quotidianità.

Bellissime anche le proposte di gemelli a forma di calice, con e senza brillante; perfetti per dare un tocco originale a una camicia da cerimonia.

Ispirazione – forme di bicchieri e bottiglie, il perlage delle migliori bollicine, e le etichette delle bottiglie pregiate.

Sapore – Eleganza, brillantezza, qualità e classe.

E voi quale tipo di gioiello scegliereste?

Mentre ci pensate, io come al solito, vi auguro “Cin Cin”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.