Il Senso del Vino

Vini estivi, scelta e consigli

0 58

Con l’arrivo dell’estate anche la nostra alimentazione cambia. I cibi che mettiamo in tavola non sono gli stessi che prediligiamo nella stagione fredda. Col caldo tendenzialmente si è portati a mangiare cibi leggeri e freschi, quindi anche nel frangente dei vini bisogna osservare questo cambiamento. Vini come il Negramaro o l’Amarone, vanno quindi sostituiti con altri caratterizzati da una gradazione alcolica inferiore e adatti ad essere serviti freschi. In questo articolo andremo a fare una panoramica sui vini estivi, al fine di consigliare le soluzioni migliori per chi ama godere di questa bevanda anche nel periodo estivo.

Vini estivi: mettiamo in cantina il rosso

Il vino rosso ottimo per accompagnare piatti invernali o autunnali non si rivela, invece, adatto alle pietanze tipicamente estive. Meglio quindi optare per vini bianchi o rosati. Se si intende bere vino quando si degustano formaggi morbidi, verdure di stagione accompagnate da pesce o carne bianca, il vino bianco è sicuramente la scelta più indicata. Quindi mettiamo da parte il vino rosso per il momento e passiamo ad uno dei vini più amati.

Lo spumante, il re dei vini estivi

Tra i vini bianchi più richiesti e apprezzati in estate c’è sicuramente la spumante. Questo vino, infatti, è perfetto per essere servito freddo. Tuttavia non bisogna esagerare in questo frangente, perché uno spumante servito troppo freddo o addirittura ghiacciato rischia di perdere le sue caratteristiche sia per ciò che concerne l’aroma e il profumo, sia per quanto riguarda le sue proprietà organolettiche.

Lo spumante con il suo aroma fruttato e la sua naturale nota frizzate è molto dissetante e rinfrescante, il che è sicuramente uno dei motivi per cui è considerato il vino top da bere in estate. Di sicuro lo spumante è un vino su cui puntare durante i mesi più caldi dell’anno. 

I vini rossi sono proprio da evitare in estate?

La natura corposa e intensa dei vini rossi non si addice al consumo nei mesi caldi, tuttavia i vini rosati non sono solo da considerarsi come un buon compromesso, ma si rivelano interessanti per l’accostamento con piatti di pesce, verdure e carni leggere. Anche in questo caso è possibile servirli freddi e in molti casi sono presenti le tanto apprezzate bollicine. Chi proprio non riesce a distaccarsi da un buon vino rosso potrà comunque optare per un Pinot nero, un Lambrusco o un Rabosello che non si caratterizzano per un’eccessiva robustezza e possono essere serviti freschi.

Quali sono i vini estivi per eccellenza?

Ma vediamo quali sono i vini che di estate sono i più adatti ad essere consumati. Partiamo dal Prosecco che è sicuramente al primo posto tra i vini estivi per eccellenza per la sua bollicina semplice, che accompagna spesso aperitivi, feste ed eventi. Ma se vogliamo salire un po’ di grado con una bollicina più complessa e un’ acidità più spiccata io consiglio uno spumante a metodo classico, come il Trento DOC o il Franciacorta.

Il Greco di Tufo Docg campano è un ottimo compagno per primi, ricette a base di pesce e piatti freddi, grazie al suo gusto armonico e sapido. Il Grillo Sicilia Igt è, invece, un vino che si caratterizza per le sue note tropicali che lo rendono perfetto per accompagnare pesce e frutta ma anche come aperitivo. Il Traminer è perfetto per un aperitivo o per accompagnare il pesce crudo grazie a suoi profumi freschi e aromatici ed alla sua spiccata acidità che pulisce il palato.

Ma questi sono solo alcuni dei vini che possono essere scelti durante l’estate. Si tratta sempre di prodotti che si caratterizzano per la loro freschezza e per il carattere poco corposo e il sapore fruttato. Che si tratti di un prosecco o di un altro vino estivo, la leggerezza è da considerarsi il comune denominatore. La gradazione alcolica non eccessiva, lascia spazio al sapore e alla piacevole sensazione delle bollicine che stuzzicano l’appetito e regalano allegria.

In conclusione

I vini estivi sono uno dei modi per vivere la spensieratezza delle vacanze e la magia dell’estate. Il vino è sempre un piacere e lo è ancora di più quando si rivela adatto al contesto in cui viene servito. Dopo aver letto quest’articolo è possibile capire cosa è meglio scegliere per valorizzare il cibo in abbinamento al vino ed esaltare entrambi. Perché come per tutti i momenti felici e di relax è anche importante non trascurare il piacere di sorseggiare un buon vino che accompagni alla perfezione i piatti che vengono serviti.

Cin Cin!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.