Il Senso del Vino

SOS Vino – Ho ospiti a cena e non so come scegliere il vino

0 114

Ciao a tutti,

se avete seguito i miei consigli su come avere una casa a prova di vino, adesso dovreste essere belli pronti per accogliere gli ospiti nella vostra dimora enogastronomica, ma che vino versare nei loro bicchieri?

Potrebbe sembrare una domanda quasi scontata, eppure non lo è affatto, la scelta del vino giusto è una questione articolata che deve tener conto di molti fattori su più fronti.
Niente paura! Ecco un protocollo di emergenza per far bella figura senza entrare nel pallone.

Partiamo dalle basi

Dove comprare il vino

Al supermercato? Preferibilmente no. E vi spiego subito il perchè, le luci molto intense dei supermercati, la disposizione delle bottiglie negli espositori alterano la conservazione del vino, rischiando così di portare sulle nostre tavole un prodotto che parte già svantaggiato. Esistono però alcuni supermercati molto forniti con prezzi concorrenziali.

Meglio recarsi in enoteca, dove il vino è conservato seguendo criteri adeguati, e in cui potersi interfacciare con un personale in grado di consigliarvi sui prodotti a disposizione.

Il prezzo

Il prezzo del vino viene determinato dalla resa del vitigno, dal lavoro nella vigna e in cantina, dal suo invecchiamento e dal brand.
A ogni bottiglia il suo prezzo, va da sè che il rapporto qualità prezzo è un aspetto importante di cui tener conto.

La cottura del cibo

Vini poco strutturati si abbinano bene a cibi crudi, con cotture brevi e al vapore.
Puntate su un vino bianco fresco e con una punta acidula, o su un vino aromatico

Consigli 

Cotture ricche di grassi, o particolarmente lunghe trovano buoni accordi con vini rossi morbidi, mentre le bollicine si abbinano perfettamente anche ai cibi fritti.

Consigli

Gli ospiti

Eh sì, una piccola analisi va fatta anche agli ospiti. Chi sono? Quali sono i loro gusti? Quanta esperienza hanno in fatto di vini? Che tipo di cena abbiamo in programma? e via così per altre tante domande che vi verranno in mente proprio nell’istante in cui il vostro invitato avrà il dito appoggiato sul campanello di casa vostra… Accidenti, se solo ci avessimo pensato prima! 

Rilassiamoci, questa non è la nostra situazione. Noi ci abbiamo pensato, eccome.

Cena di famiglia

Soliti parenti, ma non stesso vino, possiamo concederci il rischio di stupire i nostri familiari con una bottiglia diversa del solito, dobbiamo fare attenzione però, a non voler stupire a ogni costo con bottiglie magari troppo impegnative. Scegliamo piuttosto un vino che possa essere apprezzato da tutti i commensali

Consigli

Cena per due

La parola d’ordine è “Atmosfera”, che si tratti della persona con cui siamo sposati da dieci anni, o di un primo appuntamento non ha importanza. Ogni piccola attenzione contribuirà alla base per una bella serata, non vorremo rovinar tutto proprio con il vino sbagliato no?

La soluzione è semplicissima, ovvero le bollicine, adatte a brindare, a festeggiare e ad alimentare un allure raffinato.

Consigli

Cena di lavoro

La buona riuscita di una cena di lavoro è una questione di bilanciamento tra le formalità e i momenti più sciolti

Il vino fa da complice in entrambe le situazioni, un buon bicchiere di vino può aiutare sia a formare un clima disteso, sia a trasmettere un’immagine elegante. 

Scegliete vini conosciuti, in questo modo la loro “fama” vi farà da garante, muovendovi così su territori poco scivolosi.

Consigli

Cena tra amici

L’occasione è rilassata, possiamo riporre il libro del galateo in libreria e pensare a divertirci. Che  sia una cena per guardare in gruppo la tv, o per coccolare i nostri amici con qualche prodezza culinaria non importa, manteniamo l’animo leggero, non servono grandi bottiglie per impressionare gli invitati.

Puntiamo sull’abbinamento cibo vino di cui vi ho già parlato, quindi occhio a cosa bolle in pentola prima di stappare la bottiglia.

Consigli

Ora, dopo tutto questo gran parlare di vino e cibo, non posso trattenermi dal darvi una dritta anche su come tenere in mano il calice. Come già visto nell’articolo sulle forme dei bicchieri, il vino dovrebbe stare il più lontano possibile dalle mani, in modo che il calore corporeo non alteri la sua temperatura e quindi le sue proprietà organolettiche.

Tenete il bicchiere per la base o per lo stelo, con la pancia del calice tra le mani solo quando volete scaldare il vino.

Ora siamo pronti per la nostra cena.

Cin Cin!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.